Home AUTO Sicurezza Honda e: il s...

Honda e: il sistema di retrovisori laterali digitali sarà di serie

CONDIVIDI

Netti i vantaggi in termini di design, sicurezza e aerodinamica, ma anche di immediata percezione delle immagini da display all’interno dell’abitacolo

Honda ha confermato che il Sistema di retrovisori laterali digitali, già ammirato sul prototipo della City Car full electric, sarà di serie sulla Honda e.

Con questa tecnologia, i retrovisori laterali digitali sostituiscono i tradizionali specchietti laterali con videocamere compatte che proiettano immagini dal vivo su due schermi da 6” integrati sulle estremità del cruscotto, in posizione ergonomica; semplicisticamente, gli schermi portano all’interno dell’abitacolo le immagini che sino a ieri il conducente percepiva guardando gli specchietti esterni garantendo una visibilità ottimale e più rapida senza distrazioni.

Questa tecnologia di nuova generazione, unita ai montanti anteriori integrati ai cristalli e alle maniglie a scomparsa delle portiere, contribuisce a definire il design moderno, pulito ed essenziale della versione di serie di Honda e.

A differenza degli specchietti laterali tradizionali, le videocamere laterali digitali sono perfettamente integrate nella carrozzeria senza sporgere oltre i passaruota e questo contribuisce non solo a migliorare la visibilità ma, anche, a ridurre la resistenza aerodinamica di quasi il 90% rispetto ai retrovisori tradizionali, contribuendo a un miglioramento complessivo in termini di efficienza e autonomia dell’auto di circa il 3,8%.

Vantaggi in termini di sicurezza

Viene, inoltre, considerevolmente ridotto il rumore del vento prodotto alle alte velocità dall’attrito dell’aria contro gli specchietti tradizionali mentre l’eccellente ubicazione delle videocamere offre molteplici vantaggi in termini di sicurezza. Gli alloggiamenti delle videocamere, infine, sono realizzati con una forma specifica e un rivestimento idrorepellente per prevenire formazione di gocce d’acqua sulle lenti.

Il conducente potrà scegliere tra una «visuale normale» o una «visuale panoramica», estendendo il campo visivo generalmente offerto dagli specchietti laterali tradizionali e riducendo i punti ciechi di circa il 10%, in «visuale normale», e di circa il 50% nella «visuale panoramica». Il sistema offre grandi vantaggi anche quando si seleziona la retromarcia, con la comparsa sul display dell’abitacolo di linee guida che facilitano la manovra, oltre ad un angolo di ripresa che aumenta la visibilità posteriore.

I livelli di luminosità dei display interni vengono regolati automaticamente in base alle condizioni della luce naturale.

Il Sistema di retrovisori laterali digitali è stato oggetto di numerosi test mirati a garantire una migliore visibilità in condizioni meteorologiche sfavorevoli, di scarsa luminosità o di guida notturna, tramite la funzione anti abbagliamento. Questo offre al conducente una maggiore nitidezza degli oggetti circostanti rispetto alle immagini riflesse dagli specchietti laterali tradizionali.

La nuova City Car elettrica Honda e rappresenta un’evidente innovazione per la Casa giapponese in termini di design e tecnologia, e fa parte della strategia della Honda di commercializzare in Europa, entro il 2025, solo vetture alimentate da propulsori alternativi. Il modello vanta un’autonomia, ai vertici del segmento, di oltre 200 km e una funzione di «ricarica veloce» capace di coprire fino all’80% della batteria in soli 30 minuti.

Nell’abitacolo, spazioso e moderno, si ha la sensazione di un salotto retro-tech, con un display touch estremamente intuitivo e personalizzabile capace di offrire ai passeggeri sistemi di Infotainment sempre connessi e intelligenti.

La versione di serie di Honda e offrirà un ricco livello di dotazioni, si contraddistinguerà per la guida sportiva, la trazione posteriore, il propulsore elettrico avanzato e sarà presentata entro la fine dell’anno.

 

[ Redazione testMotori360 | sicurezza & SPORT ]