Home Nautica 277,5 km/h: il nuovo record di Fabio Buzzi con un’imbarcazione spinta da...

277,5 km/h: il nuovo record di Fabio Buzzi con un’imbarcazione spinta da un motore Diesel

CONDIVIDI

All’età di 75 anni Fabio Buzzi ha conquistato il «Diesel Powerboat World Speed Record», omologato nel Guinness World Record per un’imbarcazione con motore Diesel. Il primato è stato stabilito sul Lago di Como con uno scafo FB Design spinto da un motore Diesel Cursor 16 di FPT Industrial

Il primo record mondiale con un’imbarcazione a motore Diesel il Campione motonautico lariano lo conquista nel 1979 con 191 km/h, migliorato poi nel 1992 con 252 km/h. A Fabio Buzzi però non bastava e nella sua azienda FB Design ha continuato a progettare scafi sempre più evoluti che hanno conquistato 52 Campionati del Mondo offshore, 22 Campionati europei offshore, 27 Campionati italiani offshore e 40 record mondiali di velocità.

L’ultima creazione di Fabio Buzzi è uno scafo cosiddetto «a tre punti» per ridurre i punti di attrito con l’acqua e con un’aerodinamica quasi automobilistica evidenziata da un vistoso alettone posteriore. Il cuore di questo scafo sviluppato da FB Design di Annone Brianza è un potente motore FPT Industrial Cursor 16 specificatamente modificato e potenziato dagli specialisti del Centro R&D di FPT Industrial con sede ad Arbon in Svizzera i quali sviluppano i propulsori per un utilizzo Racing.

Da 775 a 1.700 cavalli

Il Cursor 16 è un motore a 6 cilindri in linea da 15,9 litri di cilindrata con una potenza di 775 cavalli, già eletto «Diesel of the Year 2014» e normalmente utilizzato sui mezzi agricoli del marchio New Holland e altri veicoli professionali.

Le principali modifiche apportate all’unità da FPT Industrial per ottenere una potenza di 1.700 cavalli, riguardano l’adozione di 2 turbine a geometria variabile, la distribuzione spostata sul lato del volano per evitare problematiche torsionali sull’albero motore, il raffreddamento a circuito unico, con una inedita presa d’acqua nel timone al titanio, e un collettore di scarico adiabatico realizzato in alluminio estruso.

Ben prima che FPT Industrial entrasse a far parte del gruppo CNH Industrial, l’Azienda di Arbon era ai vertici mondiali nello sviluppo di motori Diesel; nel 1934 aveva brevettato l’iniezione diretta, nel 1980 aveva collaborato allo sviluppo del sistema Common Rail a seguire nel 1985 il primo propulsore ad iniezione diretta con turbocompressore e alla fine degli anni ’90 hanno applicato una turbina ad un motore Diesel con aspirazione a geometria variabile. Nel 2011 FPT Industrial ha inventato la tecnologia HI-eSCR (High Efficiency Selective Catalytic Reduction) che ha consentito di rispettare le normative sulle emissioni senza EGR e per le normative dello Stage V imposte per il 2019 è già pronto il sistema HI-eSCR2.

[ Paolo Pauletta ]