Home SPORT F1 GP di Gran...

F1 GP di Gran Bretagna | Sotto la pioggia la pole alla Ferrari di Sainz

CONDIVIDI
GP GRAN BRETAGNA F1/2022 - SABATO 02/07/2022 credit: @Scuderia Ferrari Press Office

A Silverstone, decimo appuntamento della stagione, arriva la prima pole position in carriera per lo spagnolo Carlos Sainz, la settima della stagione per la Ferrari (su 10 qualifiche disputate), le altre sei ad opera di Leclerc che partirà in terza posizione preceduto dal Campione del Mondo Verstappen. A seguire l’altra Red Bull di Perez, la Mercedes di Hamilton, la McLaren di Norris e l’Alpine di Alonso

La Scuderia Ferrari oggi a Silverstone ha centrato la pole position n. 237 della propria storia in Formula 1 e la settima della stagione (su 10 qualifiche disputate): merito di uno straordinario Carlos Sainz che è stato il più bravo di tutti a domare le difficilissime condizioni meteo che hanno caratterizzato le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna. Per lui si tratta della prima pole position della carriera – è il 34° pilota Ferrari a centrare questo traguardo, il secondo spagnolo dopo Fernando Alonso – che domani lo vedrà prendere il via del suo 150° Gran Premio.

La qualifica caratterizzata dalla pioggia

Piove in Q1 e tutte le vetture scendono in pista con gomme Intermedie, nel Q2 la pioggia torna ad aumentare con una grande intensità e anche nel Q3 la fa da padrona creando non pochi problemi ai piloti e alle scuderie. Anche nella fase decisiva per l’assegnazione delle posizioni in griglia tutti i piloti vanno in pista con gomme Intermedie. In casa Ferrari è stato caricato carburante per l’intera sessione così da poter continuare a girare e sfruttare al massimo ogni minimo miglioramento del tracciato e Charles ottiene 1’50”297 mentre Carlos 1’52”022. Il monegasco in sequenza poi stampa 1’44”844, 1’43”246, 1’41”298 mentre lo spagnolo 1’46”098, 1’45”264, 1’42”181.

                                           

Negli ultimi minuti la pioggia cessa e i piloti ne approfittano per abbassare i propri tempi giro dopo giro. Charles ottiene 1’43”246, Carlos scende invece a 1’42”181, poi il monegasco ottiene 1’41”298, battuto da Verstappen in 1’41”055. Si pensava che la Red Bull di Verstappen ne avesse di più, invece lo spagnolo della Ferrari con un fantastico 1’40”983, un tempo imbattibile per tutti gli avversari, si prende la prima pole position in carriera lasciando l’olandese a 72 millesimi. Charles invece, incappato in un testacoda, deve accontentarsi della terza posizione, e al suo fianco trova Sergio Perez.

In terza fila Hamilton (Mercedes) e Norris (McLaren), quindi Alonso (Alpine) e Russell (Mercedes) e in quinta fila Zhou (Alfa Romeo) e Latifi (Williams). Male le Alpha Tauri, Williams, Haas e Aston Martin.

Il Campione del Mondo 1992 Nigel Mansell con il poleman Carlos Sainz

Incognite tempo e gomme

In casa Ferrari c’è ora da preparare una lunga corsa – 52 giri pari a 306,198 km con partenza alle 15.00 locali (16.00 CET) – che si preannuncia quanto mai incerta, visto che nell’arco del week-end ci sono state sole due sessioni sull’asciutto, la condizione attesa per domani. La gara è aperta a differenti strategie per quanto riguarda la scelta delle gomme e ci sono molte variabili da tenere in considerazione. Gli avversari come sempre sono agguerriti, ma lo è anche la Scuderia Ferrari che è obbligata a recuperare punti nei confronti della Red Bull e Leclerc di Verstappen.

Le dichiarazioni 

Carlos Sainz: “Sono felicissimo! Conquistare la mia prima pole position qui a Silverstone e per giunta sul bagnato è davvero speciale: non dimenticherò mai questo giorno. L’intera qualifica è stata insidiosissima e ogni giro era un’avventura perché le condizioni del tracciato cambiavano in continuazione. Trovare grip e trazione è stata la sfida più impegnativa e all’ultimo tentativo sono riuscito a mettere insieme un giro buono, che è stato sufficiente per la pole. In vista di domani sono fiducioso e spero che saremo in grado di ripetere in gara il passo dl venerdì. Mi aspetto una bella battaglia con i nostri avversari diretti, mi sento pronto e sono sicuro che possiamo lottare per la vittoria. Non vedo l’ora”.

Charles Leclerc: Purtroppo il testacoda nell’ultimo giro del Q3 mi ha impedito di concretizzare il lavoro come avrei voluto. Inutile dire che sono deluso, ma sono anche felice per la pole di Carlos.
In macchina mi sentivo a mio agio e siamo stati sempre veloci. Visto che negli ultimi due anni in queste condizioni avevamo faticato un bel po’, è decisamente una buona notizia vedere che abbiamo raggiunto questo livello di competitività sul bagnato. Domani ciascuna squadra farà strategie diverse. Qualcuno opterà per una gara a una sosta e qualcuno per due. Spero che riusciremo a giocarcela al meglio con l’obiettivo di fare una doppietta Ferrari”

Mattia Binotto, Team Principal & Managing Director:Portare a casa una pole position e una terza posizione da una qualifica difficile come quella odierna non può che renderci soddisfatti. È stato un sabato dove più di tutto a fare la differenza è stata la calma e sotto questo aspetto Carlos è stato sicuramente bravo. Perciò si merita pienamente questo risultato. Credo che centrare la prima pole su una pista così impegnativa e in condizioni estreme sia la miglior dimostrazione di come la confidenza di Carlos con la vettura sia cresciuta in queste ultime gare, specie dopo il Canada. Ora dobbiamo concentrarci sul Gran Premio perché è quello l’appuntamento più importante.
Anche Charles ha disputato una buona qualifica, che lo mette in condizione di lottare là davanti. La corsa domani però è lunga e ci sono tante variabili che entreranno in gioco. Dobbiamo prepararci nella maniera migliore per massimizzare il risultato di questo sabato”.

La Griglia di Partenza

 

[ Redazione TestMotori360 Sicurezza&SPORT ]