Home SPORT F1 | Il 72° G...

F1 | Il 72° Gran Premio di Gran Bretagna vede assegnare la prima «Sprint Qualyfing» della storia a Max Verstappen

CONDIVIDI

Il pilota della Red Bull brucia Hamilton, partito in pole e arrivato alle sue spalle, seguito da Bottas e da uno strepitoso Leclerc. Decimo Sainz dopo l’incidente con Russell poi penalizzato

La bandiera a scacchi della prima qualifica sprint della storia della Formula 1 (17 giri per una lunghezza di 100 km) ha visto l’olandese volante, autore di una partenza impeccabile, piazzare la sua Red Bull seguito dal padrone di casa e Campione del Mondo Hamilton; in seconda fila Bottas terzo ed un Leclerc, per il quale non è facile trovare aggettivi adeguati, che inserisce la sua Ferrari al quarto posto.

credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Sainz in rimonta dopo un incontro «ravvicinato» con Russell, è arrivato 11° salendo però di una posizione dopo che gli stewards hanno comminato al pilota inglese una penalizzazione di 3 posti in griglia per il contatto in partenza avuto proprio con lo spagnolo della Ferrari.

Mentre Perez dopo l’uscita di pista si è dovuto ritirare – su richiamo dei box per poter intervenire sulla sua vettura che sarebbe finita in parco chiuso – andando quindi ad occupare l’ultima posizione in griglia, Alonso ha dimostrato una volta di più di essere quel che è, arrivando 7° affiancato da un Vettel che sembra aver ritrovato motivazione al volante dell’Aston Martin.

Riconferma per la McLaren che occupa la terza fila con i due della McLaren, Norris e Ricciardo.

La griglia di partenza del Gran Premio

Max Verstappen (Red Bull)          Lewis Hamilton (Mercedes)

Valtteri Bottas (Mercedes)           Charles Leclerc (Ferrari)

Lando Norris (McLaren)               Daniel Ricciardo (McLaren)

Fernando Alonso (Alpine)             Sebastian Vettel (Aston Martin)

Esteban Ocon (Alpine)                 Carlos Sainz Jr. (Ferrari)

Pierre Gasly (Alpha Tauri)            George Russell (Ing/Williams) *

Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)       Lance Stroll (Aston Martin)

Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)   Yuki Tsunoda (Alpha Tauri)

Nicholas Latifi (Williams)              Mick Schumacher (Haas)

Nikita Mazepin (Haas)                  Sergio Perez (Red Bull)

(*) penalizzato di 3 posizioni

 

I commenti

Charles Leclerc #16: Mi sono davvero divertito oggi. Spingere senza sosta per 17 giri è stato davvero entusiasmante e parecchio diverso da quello a cui siamo abituati. La prima grande differenza è che non devi pensare a gestire le gomme, ma solo ad andare forte. Non ho preso nessun rischio, ma non ci avrei pensato due volte se ci fosse stata l’opportunità di guadagnare una posizione. È stata una gara un po’ in solitaria dal mio punto di vista, ma sono contento perché sono riuscito a tenere il passo della macchina davanti senza perdere terreno. Questo nuovo format del weekend mi sta piacendo. Ogni giorno c’è qualcosa di interessante, specialmente con le qualifiche di venerdì, quando di solito, invece, non si lotta. Credo che aumenti l’adrenalina, sia per noi che per i fan. Lo stint sulle Medium è stato abbastanza rappresentativo. Anche se il livello della benzina non era lo stesso che avremo durante la gara, ci ha dato un buon quadro del bilanciamento che avremo. Stanotte avremo molti dati da analizzare e da studiare in vista di domani, quando entreranno in gioco molti altri fattori.

Carlos Sainz #55: Più che una Sprint Qualyfing oggi è stato uno stint tutto in rimonta. Ovviamente non sono affatto contento perché la macchina aveva un buon ritmo e volevo qualificarmi in una buona posizione in vista di domani. Purtroppo la mia gara è stata compromessa in maniera irreparabile al primo giro per colpa di quello che onestamente credo sia stato un errore di George. Ha stretto troppo e mi ha colpito sul posteriore, facendomi finire fuori strada e sono rientrato in penultima posizione. Io però non mi sono perso d’animo, e ho spinto al massimo fino al termine. Nonostante il circuito non aiuti, sono riuscito a fare diversi buoni sorpassi, che mi hanno permesso di risalire in undicesima posizione. È stata una bella rimonta, ma avrei sinceramente preferito non essere spinto fuori. Ad ogni modo sappiamo che è parte del gioco. Abbiamo ancora tutto domani per cercare di recuperare delle posizioni. La macchina c’è, e io sono pronto. Non vedo l’ora di rimettermi al volante.

Laurent Mekies, Racing Director: Un buon debutto per la Sprint Qualifying, che ha offerto spettacolo e spunti interessanti. Da parte nostra, ottima la prova di Charles, che ha mantenuto per la griglia di domani la posizione conquistata ieri e, soprattutto, ha dimostrato un bel passo, rimanendo non lontano dai primi tre. Peccato per Carlos che, rispetto alla qualifica vera e propria, ha perso delle posizioni a causa di un primo giro difficile e di un contatto con Russell di cui non ha colpe. Dispiace ancora di più perché col potenziale che aveva, poteva aspirare a guadagnare delle posizioni sulla griglia piuttosto che perderne: comunque sia, Carlos è stato il pilota che ha dato più spettacolo oggi pomeriggio! Questi 17 giri ci hanno consentito di accumulare tanti dati utili per preparare la gara di domani e su questo ci concentreremo nelle prossime ore. Alla vigilia di questo Gran Premio sapevamo delle difficoltà che ci aspettavano: per quanto si è visto finora, stiamo dimostrando che il lavoro fatto inizia a dare i suoi frutti in termini di prestazione, sia sul giro singolo che sulla distanza, anche se è ovvio che le somme le tireremo soltanto dopo la bandiera a scacchi.