Home SPORT Al «Ring» dop...

Al «Ring» doppia vittoria Lamborghini nell’ADAC GT Masters

CONDIVIDI

Dopo Zandvoort con il primo successo della stagione per la Lamborghini nell’ADAC GT Masters, al Nürburgring arriva una doppietta in questo quinto appuntamento

Foto: Gruppe C Photography; #2 Mercedes-AMG GT3, Toksport WRT: Luca Stolz, Maro Engel; #63 Lamborghini Huracan GT3, Orange1 by GRT Grasser: Christian Engelhart, Mirko Bortolotti;; #31 Audi R8 LMS GT3 Evo, HCB-Rutronik Racing: Kelvin van der Linde, Patric Niederhauser

A distanza di una sola settimana dal primo successo di questa stagione conquistato sul circuito olandese di Zandvoort dal team Orange1 by GRT Grasser con la Lamborghini della Huracán GT3 Evo n. 63, Mirko Bortolotti e Christian Engelhart hanno concesso il bis.

Per l’equipaggio del team Orange1 by GRT Grasser stesso copione di sette giorni fa, con l’italiano in pole (per la terza volta quest’anno) al termine del primo turno di qualifica e poi davanti a tutti nel suo «stint» di guida iniziale, prima di lasciare il volante della Huracán GT3 Evo n. 63 al suo compagno di squadra. Engelhart ha ereditato la vettura con un vantaggio di poco superiore ai tre secondi ed è rimasto sempre al comando fino all’arrivo.

Una vittoria limpida, condita anche dal giro più veloce messo a segno da Bortolotti nel corso della quinta tornata (proprio come era già successo a Zandvoort), cui ha fatto seguito il successo ottenuto in Gara2 da Franck Perera e Rolf Ineichen, che si sono alternati sulla Huracán GT3 Evo n. 82 schierata sempre dal team Orange1 by GRT Grasser.

In questo caso è stato Perera a partire dalla pole (come aveva già fatto in occasione del secondo round di Most), guidando le operazioni fino al momento dei pit-stop. Perfetta anche la condotta di Ineichen, che ha tagliato il traguardo con un margine di oltre cinque secondi nei confronti della Porsche di Klaus Bachler e Timo Bernhard.

Ottima prova di Michele Beretta, che ha rilevato alla guida Marco Mapelli chiudendo settimo assoluto e primo nel Trofeo Pirelli Junior con la Huracán GT3 Evo n. 19, dopo avere resistito negli ultimi minuti disponibili agli attacchi della Corvette di Markus Pommer.

Peccato invece per l’incidente al via che ha costretto Engelhart a ritirarsi dopo neppure un giro, chiamando in causa anche la safety car.

In campionato l’Orange1 by GRT Grasser è al comando della classifica Team, mentre all’appello mancano ancora due appuntamenti: il prossimo, sarà quello di Hockenheim che si svolgerà nel fine settimana del 14 e 15 settembre. 

Le dichiarazioni del sabato

Mirko Bortolotti: “La prima curva è stata difficile, ma siamo tutti riusciti a passare indenni. Sono sfilato primo e ho cercato subito di prendere un po’ di distanza sugli altri. Abbiamo effettuato il pit-stop nel momento giusto e questo ci ha permesso di incrementare il nostro vantaggio. Tutto sommato la nostra è stata una condotta perfetta”.

Christian Engelhart: “Quando sono salito in macchina, sapevo di avere dietro Maro Engel e questo non mi ha certo permesso di rilassarmi. Ho dovuto continuare a spingere fino a tre giri dalla fine e solo allora il team mi ha comunicato che avevo ormai un margine di oltre cinque secondi”.