Home SPORT La Formula E torna sulle strade di Marrakech, sul circuito cittadino Moulay...

La Formula E torna sulle strade di Marrakech, sul circuito cittadino Moulay El Hassan

CONDIVIDI

Il team Andretti-BMW in Marocco proverà a bissare il successo ottenuto in Arabia Saudita, ma la scuderia franco-cinese DS TECHEETAH, in testa alla classifica dei Team, vorrà conquistare la vittoria sfumata per il drive through comminato ad entrambi i piloti, Vergne e Lotterer, che avrebbero potuto ottenere una doppietta 

Il secondo appuntamento della Formula E vede scendere in pista le «bat-mobili» sul circuito cittadino Moulay El Hassan che prende il nome dal principe ereditario del Marocco. Situato a pochi minuti dalla medina e dai souk il tracciato lungo 2,99 km, vede per il terzo anno consecutivo correre le monoposto del campionato full-electric.

Forte della prima vittoria, il team Andretti-BMW vorrà ripetersi, ma i favoriti sembrerebbero ancora una volta i piloti DS TECHEETAH, Jean-Eric Vergne in primis e Lotterer (a seguire le loro dichiarazioni insieme a quelle del team principal Preston), Lucas Di Grassi con l’Audi e-Tron ufficiale, Sam Bird con la Virgin Racing motorizzata Audi e D’Ambrosio su Mahindra.

Mark Preston, Team Principal di DS TECHEETAH: “La prima gara come nuovo team DS TECHEETAH è stata una bellissima esperienza. Vedere che alla fine sia andato tutto bene ci ha riempiti di orgoglio. Abbiamo dovuto affrontare molte sfide e sistemare un po’ di cose ma il team ha reagito benissimo ed è riuscito a portarsi in testa. Voglio complimentarmi con il nuovo Team Manager David Clarke, che ha saputo gestire perfettamente la situazione nonostante due sessioni di prove annullate, una qualifica riorganizzata e un nuovo regolamento alla sua prima gara. Ha dato prova di grande professionalità nel gestire la squadra. A  Ad-Diriyah è stato un ottimo inizio di stagione ma ora dobbiamo concentrarci sulla prossima manche, quella di Marrakech. Qui la classifica potrebbe cambiare molto. Conosciamo il tracciato ma sarà la nostra prima partecipazione con le DS E-TENSE FE19, e ci sarà molto lavoro da fare”.

Jean-Éric Vergne (n°25): “Arrivare a tanto così dalla vittoria alla prima manche mi ha lasciato con l’amaro in bocca ma ora non ci penso più. Il circuito di Marrakech non ci ha portato molta fortuna in passato ma spero che quest’anno riusciremo a cambiare le cose e a fare una buona gara. Abbiamo ancora molto lavoro da fare e sappiamo di dover dare il massimo per il resto della stagione”.

André Lotterer (n°36): “Non vedo l’ora di tornare a Marrakech, dove ho fatto il mio miglior risultato dell’anno scorso. Amo questo circuito e la squadra è molto competitiva. Sono felice d’iniziare qui il 2019. Ad Ad Diriyah, abbiamo dimostrato di avere un grande potenziale ma la stagione è lunga e la gara sarà molto accesa nelle prossime manche. La scorsa stagione, la Formula E ha raggiunto un livello altissimo in termini di qualità e di spettacolo. Sono felice di vedere il campionato andare sempre più forte, anno dopo anno”.

Il format della nuova stagione

Ogni e-Prix diventa una corsa a tempo della durata di 45 minuti +1 giro. Inoltre i piloti seguiranno un format innovativo nelle gare con l’«ATTACK MODE» utilizzando un boost di potenza in più un numero di volte variabile di gara in gara, così da aumentarne l’imprevedibilità e il divertimento dei fan.

Orari e TV, sabato 12 gennaio

La Formula E è in esclusiva su MediasetDopo la bandiera scacchi spazio ai commenti e alle interviste dei piloti. Il tutto sarà visibile anche in streaming sul nostro sito Sportmediaset.it e sulla nostra app.Telecronaca di Ronny Mengo e Nicola Villani, con la consulenza tecnica di Fabiano Vandone. Inviata ai box Anna Capella. In conduzione nei pre e post gara Irene Saderini.

08.00 – Prove libere 1
10.15 – Prove libere 2

Le qualifiche iniziano sabato alle ore 12.00,  la Superpole alle 12.45 e la gara alle 16.00 con diretta su Italia 1.

12.00 – Qualifiche (Eurosport)
12.45 – Superpole (Eurosport)
16.00 – Gara (Italia 1 – Eurosport)

Il giorno successivo in programma numerosi test che porteranno alla guida delle monoposto elettriche il diciottenne Arthur Leclerc, fratello minore del ferrarista Charles, su Venturi VFE05 (quindi con Susie Wolff, moglie di Toto, team principal Mercedes), Antonio Fuoco sulla Geox Dragon Penske, Raffaele Marciello su HWA Racelab, team che per la prossima stagione diventerà ufficiale Mercedese Sergey Sirotkin, su Mahindra insieme a Sam Dejonghe. Non mancheranno Tatiana Calderon e James Rossiter su DS TECHEETAH DS E-Tense FE19, oltre a Pietro Fittipaldi e Harry Tincknell su Jaguar I-Type III.

 

[ Redazione testMotori360 | Sicurezza & SPORT ]