Home SPORT DS Virgin Racing: è stata la più bella stagione di Formula E...

DS Virgin Racing: è stata la più bella stagione di Formula E e la più combattuta e spettacolare

CONDIVIDI

Conclusa la stagione 2018 con il terzo posto sia nel Campionato piloti e sia nella classifica team 

Il marchio premium del gruppo PSA ha confermato con successo, ancora una volta, l’impegno in un ambito all’insegna da una parte dell’alta tecnologia proiettata verso il futuro e dall’altra dall’impegno nel trasferimento nella produzione di serie delle esperienze tecnologiche maturate in pista.

Un patrimonio di esperienze, quello acquisito con le monoposto 100% elettriche, che presenta infatti importanti ricadute nello sviluppo delle auto di serie, sempre animate dallo spirito di avant-garde che caratterizza tutti i prodotti della gamma DS: dalla compatta, dinamica DS 3 alla recentissima DS 7 Crossback, il SUV più originale nella sua categoria nato con la non celata ambizione di insidiare le sue concorrenti Premium, come Audi, BMW e Mercedes, alle quali ha già intaccato una  parte delle vendite.

Con la vittoria nella gara d’esordio, a Hong Kong, l’affermazione nella prima edizione dell’ePrix di Roma e quattro podi, il britannico Sam Bird ha mancato per un solo punto il titolo di vice-campione e, assieme al connazionale Alex Lynn, al volante dell’altra DSV-03 in pista, ha permesso al team di centrare il migliore risultato di una partecipazione in costante crescita dalla nascita del mondiale di Formula E nel 2014.

Cinque vittorie, tredici podi, sei pole position, cinque tempi record in gara e nove #Fanboost in trentatré appuntamenti, per complessivi 467 punti conquistati, sono ora il trampolino di lancio del team DS Virgin Racing per la nuova fase che si aprirà a Riyad nel prossimo dicembre e vedrà in campo le DS E-TENSE FE 19 di seconda generazione sviluppate in collaborazione con la scuderia TEECHETA vincitrice quest’anno del titolo piloti e seconda nella classifica costruttori, tecnologicamente più avanzate e con batterie che, come da regolamento, non renderanno più necessario il cambio di vettura durante le competizioni.

[ Gianni Heidelberg ]