Home SPORT MotoGP Mugello: doppietta Ducati e… riecco Lorenzo!

MotoGP Mugello: doppietta Ducati e… riecco Lorenzo!

CONDIVIDI

A fronte del super ingaggio, lo spagnolo finalmente riesce a vincere una gara con la rossa di Borgo Panigale! Secondo Andrea Dovizioso e terzo Valentino Rossi, che accorcia in classifica su Marc Marquez che invece cade e arriva sedicesimo

Sul circuito del Mugello avevamo tutti sperato nel miracolo di Rossi dopo la super pole ottenuta il sabato. Purtroppo le gomme lo hanno condizionato e più volte «Vale» ha anche rischiato di cadere, cosa successa invece a Marquez che lo ha infilato al terzo giro per andare a caccia di Lorenzo (partito a razzo e rimasto al comando fino alla fine), per poi stendersi a terra al giro 5 dopo essere arrivato lungo alla staccata della curva Correntaio. È quindi ripartito dall’ultima posizione per arrivare sedicesimo, fuori dalla zona punti!

Questo incredibile errore del pluri-Campione del Mondo ha di fatto riaperto il campionato che adesso vede come primo inseguitore, a 23 punti, proprio il «Dottore», seguito a 28 dal suo compagno di squadra Viñales – in Yamaha o si danno una svegliata e sistemano la moto o addio sogni di gloria – e al quarto, con 29 lunghezze di ritardo Dovizioso in sella alla Ducati che, vista la vittoria di Lorenzo, potrebbe ben sperare… Quest’ultimo, dopo un digiuno lungo 23 gare centra la sua 66a vittoria in carriera e la prima con la Ducati dalla quale si separerà, andando quasi certamente in Yamaha (o Honda?), dopo aver intascato la bellezza di 25 milioni di euro… A fine gara a chi gli chiedeva se ci fossero margini di ripensamento dopo che Claudio Domenicali, l’AD della Casa di Borgo Panigale, aveva detto: “Jorge è un grande pilota che non è riuscito a trarre il meglio dalla nostra moto: né lui né i tecnici sono riusciti finora a far rendere al massimo il suo talento ed è una punta di amarezza che ci rimane”, il maiorchino rispondeva che “ormai era troppo tardi, se mi avessero dato i pezzi che mi servivano sei mesi fa forse i risultati sarebbero arrivati prima; molti dicevano che avevo un metodo sbagliato nella mia guida, ma quando la Ducati mi ha dato un nuovo serbatoio ho sentito subito un buon feeling. Vincere qui con Ducati è come un sogno”. Certo, aggiudicarsi un gran premio di moto GP solo per aver modificato… un serbatoio ci lascia un po’ perplessi; vedremo i risultati nei prossimi gran premi.

Ritornando alla gara del Gran Premio d’Italia Andrea Dovizioso, che aveva avuto sempre un bel margine su Valentino, all’ultimo giro accusava un degrado eccessivo della gomma anteriore e riusciva a mantenere il secondo posto per soli 2 decimi davanti a Valentino Rossi, terzo, che ha dovuto soffrire non poco per difendere  il podio dagli attacchi ripetuti da parte di Iannone su Suzuki, quarto sul traguardo, che a sua volta ha dovuto contenere quelli del compagno di squadra Rins. Crutchlow (Honda) è sesto a precedere Petrucci (Ducati Pramac), gli spagnoli Viñales (Yamaha) e Bautista (Ducati) e il francese Zarco su Yamaha Tech3.  

Le dichiarazioni

Valentino Rossi: “Finire qui fra i primi tre è veramente speciale, vale la pena correre tutto l’anno per salire sul podio del Mugello, obiettivo che mi ero prefissato considerando che sapevamo che gareggiare con questa gomma dura avremmo fatto fatica”.  

Andrea Dovizioso: Ringrazio la Ducati per averci permesso di realizzare unq doppietta. È stato un week-end difficile, andiamo a casa con 20 punti e questo mi rallegra ma non sono felice al 100% perché abbiamo fatto la scelta sbagliata montando una gomma dura all’anteriore”.

[ Redazione testMotori360 ]

 

 

 

 

LA CLASSIFICA PILOTI

  1. Marc Marquez (SPA/Honda) – 95 punti
  2. Valentino Rossi – 72 punti
  3. Maverick Vinales (SPA/Yamaha) – 67
  4. Andrea Dovizioso (ITA/Ducati) – 66
  5. Johann Zarco (FRA/Yamaha Tech3) – 64
  6. Danilo Petrucci (ITA/Ducati Pramac) – 63
  7. Andrea Iannone (ITA/Suzuki) – 60
  8. Cal Crutchlow (GBR/LCR Honda) – 56
  9. Jack Miller (AUS/Ducati Pramac) – 49
  10. Jorge Lorenzo (SPA/Ducati) – 41