Home SPORT Dakar: alla fine della quarta tappa 3 Peugeot 3008DKR Maxi ancora in...

Dakar: alla fine della quarta tappa 3 Peugeot 3008DKR Maxi ancora in vetta

CONDIVIDI

Lotta in famiglia per la Casa del Leone lungo l’anello di 330 km con partenza ed arrivo a San Juan de Marcona

Questa tappa n.4 ha voluto essere un chiaro riferimento alle origini della Dakar con tanto di partenza su un rettilineo con 4 vetture affiancate e arrivo su una spiaggia: la poesia delle onde che lambivano la sabbia contrapposta alla tecnologia delle vetture in arrivo.

È stata una giornata di gloria, sudore e lacrime per il Team del Leone: se da una parte i tre equipaggi arrivati ai primi tre posti – formati rispettivamente da Loeb/Elena, Sainz/Cruz e Peterhansel/Cottret – si sono dati fruttuosa battaglia, dall’altra l’equipaggio Despres/Castera, ha strappato una ruota contro una grossa pietra.

Alla partenza 3 Peugeot 3008DKR Maxi facevano parte del primo gruppo con la coppia Peterhansel/Cottret che ha avuto il miglior spunto distanziando i compagni/avversari di team Loeb/Elena.

Peterhansel/Cottret hanno mantenuto la prima posizione guadagnata in partenza ai waypoint 2 (km 69) e 6 (km 213) perdendo però tempo prima di trovare quest’ultimo punto di passaggio e questo li ha portati al 3° posto nella classifica di tappa mantenendo però il comando della classifica generale.

Su questo che è stato uno dei settori sabbiosi più lunghi mai affrontati in Sud America, l’equipaggio Loeb/Elena è stato molto brillante su questo tipo di fondo, effettuando una tappa quasi senza errori, che le è valsa la prima vittoria di tappa alla Dakar 2018 e la conquista del secondo posto nella classifica generale provvisoria.

Nonostante un insabbiamento ed una foratura subiti nelle prime fasi della tappa, la coppia Sainz/Cruz ha recuperato alla grande nella fase finale, facendo segnare il 2° tempo della giornata ed arrivando 3° in classifica generale, completando così la leonina tripletta.

Di segno diametralmente opposto la prova dell’equipaggio Cyril Despres/David Castera (secondo in classifica generale alla partenza della tappa): pur guidando molto bene ad inizio tappa, tanto da occupare la terza posizione, la loro 3008DKR Maxi ha urtato al chilometro 180 una grossa pietra danneggiando il posteriore della vettura in modo così marcato da impedire all’equipaggio di raggiungere il traguardo con i propri mezzi.

Le dichiarazioni

Sébastien Loeb (1° della tappa / 2° della classifica generale) “La speciale era divertente, ma complicata, con lunghi tratti di dune e zone molto difficili da attraversare. Alcuni concorrenti ci sono passati delle ore! Siamo riusciti a superare le insidie. I tempi delle tre Peugeot 3008DRK Maxi sono molto vicini nonostante la lunghezza della speciale. Durante la partenza sulla spiaggia, mi sono detto che non dovevo entrare sulle piste dietro agli altri per evitare la polvere. L’obiettivo era stare davanti. La partenza non è stata facile con la nostra due ruote motrici e la sabbia soffice, ma comunque siamo riusciti a fare la partenza migliore. Dovremo fare da apripista oggi. L’obiettivo sarà non sbagliare strada e, se necessario, seguire i nostri compagni di squadra”.

Carlos Sainz (2° della tappa / 3° della classifica generale) “È la prima volta che faccio una partenza appaiati in un rally-raid. E’ stata un’esperienza molto interessante! La giornata è stata difficile. Ci siamo piantati in una duna sin dall’inizio della speciale. Poi abbiamo forato dopo essere tornati vicinissimi ai leader. Un ottimo risultato in classifica generale. Il bilancio è molto positivo”.

Stéphane Peterhansel (3° della tappa / 1° della classifica generale) “Le partenze uno a fianco all’altro sono sempre molto spettacolari. Alla fine, non è andata male per noi perché abbiamo superato velocemente gli altri concorrenti e abbiamo percorso tutto il rettilineo in testa sulla spiaggia. È più facile guidare in queste condizioni, con una buona pressione degli pneumatici e il motore prestazionale della 3008DKR Maxi. Abbiamo superato il primo canyon in testa, quindi gli altri concorrenti si sono trovati in mezzo alla polvere. Il nostro inizio della speciale è andato benissimo, fino al momento in cui abbiamo avuto un detallonamento, scivolando da una pendenza nelle dune. Abbiamo avuto un dubbio su un waypoint che ci ha fatto perdere alcuni secondi. La speciale non è stata perfetta, ma abbiamo ottenuto il risultato. Sono dispiaciuto per i miei amici Cyril e David. Siamo in tre piloti Peugeot in testa alla classifica generale, è di buon auspicio per il prosieguo del rally”.

Cyril Despres (fermatosi al km 180) “Non so bene cosa sia successo. Eppure siamo arrivati lentamente. Siamo arrivati su una pietra, l’abbiamo sollevata e ha colpito il posteriore della vettura. Ha strappato tutto. Abbiamo aspettato il camion dell’assistenza e faremo di tutto per riparare la vettura. Siamo tremendamente delusi”.

Prossima tappa (la quinta, oggi mercoledì 10 gennaio): San Juan de Marcona – Arequipa 932 km di cui 267 di speciale. È la tappa più lunga del rally e comprende due prove speciali in parallelo. Le vetture percorreranno prima il settore B (67 km) per poi subentrare alle moto nel settore A (200 km). Questa tappa costituirà con ogni probabilità la sfida più grande di questa prima settimana.

I concorrenti percorreranno per la prima volta le mitiche dune di Tanaca comprendenti una trentina di chilometri di percorso di montagna. Da notare che il percorso di collegamento che li riporterà ad Arequipa è, con i suoi 508 km, il più lungo di questa Dakar.

[ Redazione testMotori360 ]

CLASSIFICA DELLA TAPPA 4

  1. Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MCO), Peugeot 3008DKR Maxi, 3h57min53s
  2. Carlos Sainz (ESP) / Lucas Cruz (ESP), Peugeot 3008 DKR Maxi, +1min35s
  3. Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), Peugeot 3008DKR Maxi, 3min16s
  4. Eugenio Amos (ITA) / Sébastien Delaunay (FRA), Ford 2WD, +35min36s
  5. Khalid Al Qassimi (ARE) / Xavier Panseri (FRA), Peugeot 3008DKR Maxi, +40min29s
  6. Lucio Alvarez (ARG) / Robert Howie (ZAF), Toyota 4WD, +41min05s
  7. Bernhard Ten Brinke (NLD) / Michel Perin (FRA), Toyota 4WD, +42min22s
  8. Yazeed Al-Rajhi (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini 2WD, +43min05s
  9. Martin Prokop (CZE) / Jan Tomanek (CZE), Ford 4WD, +47min04s
  10. Nasser Al Attiyah (QAT) / Matthieu Baumel (FRA), Toyota 4WD, +54min21s

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA TAPPA 4 

  1. Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), Peugeot 3008DKR Maxi, 10h36min07s
  2. Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MCO), Peugeot 3008DKR Maxi, +6min55s
  3. Carlos Sainz (ESP) / Lucas Cruz (ESP), Peugeot 3008 DKR Maxi, +13min06s
  4. Nasser Al Attiyah (QAT) / Matthieu Baumel (FRA), Toyota 4WD, +58min48s
  5. Bernhard Ten Brinke (NLD) / Michel Perin (FRA), Toyota 4WD, +1h10min24s
  6. Eugenio Amos (ITA) / Sébastien Delaunay (FRA), Ford 2WD, +1h19min49s
  7. Khalid Al Qassimi (ARE) / Xavier Panseri (FRA), Peugeot 3008DKR Maxi, +1h21min09s
  8. Giniel de Villiers (ZAF) / Dirk von Zitzewitz (ZAF), Toyota 4WD, +1h21min47s
  9. Martin Prokop (CZE) / Jan Tomanek (CZE), Ford 4WD, +1h22min44s
  10. Jakub Przygonski (POL) / Tom Colsoul (BEL), Mini 4WD, +1h35min30s